Nel percorso evolutivo degli studi sul marketing territoriale si focalizza l’attenzione sulla peculiarità delle componenti intangibili del territorio caratterizzanti ambienti e contesti specifici; muovendo da alcune riflessioni formalizzate nella letteratura di riferimento (ASHWORTH, VOOGD, 1988; VAN DER MEER 1990; KOTLER, HAIDER, REIN, 1993; CAROLI 1999; VAN DEN BERG, BRAUM 1999; VALDANI, ANCARANI 2000; VESCI, 2001; GOLINELLI C.M. 2002, CAROLI 2006) si evince l’importanza di assumere e definire gli asset intangibili come opportuna leva di sviluppo e successo nell’ambito di percorsi di pianificazione e ripensamento dei territori. Il contributo si pone l'obiettivo di indagare il ruolo della gestione della conoscenza nell'ambito della pianificazione dei territori in ottica di marketing - non più “letti” in chiave di mera competizione tra loro bensì identificabili come sistemi evoluti ancorchè complessi, tendenti alla cooperazione attraverso lo sviluppo, il trasferimento e la condivisione della conoscenza - con peculiare riferimento alle implicazioni strategiche e manageriali per i diversi policy maker e meta-organizzatori locali deputati alla creazione, gestione e diffusione della conoscenza nei contesti specifici. Il paper si concentra in particolare sulla ricognizione dei primari punti di forza e di debolezza di tale approccio applicato ad un contesto non metropolitano in cui si rileva una presenza bilanciata di aree industriali, agricole, commerciali e di servizi ed ipotizza un modello partecipativo di sottosistemi da coordinare e connettere in sistemi vitali, assumendo le risorse immateriali quale driver del valore dei territori come soggetti, superando altresì il costrutto teorico risalente delle aree territoriali come territorio-oggetto.

La conoscenza diffusa come driver di creazione di valore nel marketing territoriale

SANSONE, Marcello;BRUNI, Roberto
2009

Abstract

Nel percorso evolutivo degli studi sul marketing territoriale si focalizza l’attenzione sulla peculiarità delle componenti intangibili del territorio caratterizzanti ambienti e contesti specifici; muovendo da alcune riflessioni formalizzate nella letteratura di riferimento (ASHWORTH, VOOGD, 1988; VAN DER MEER 1990; KOTLER, HAIDER, REIN, 1993; CAROLI 1999; VAN DEN BERG, BRAUM 1999; VALDANI, ANCARANI 2000; VESCI, 2001; GOLINELLI C.M. 2002, CAROLI 2006) si evince l’importanza di assumere e definire gli asset intangibili come opportuna leva di sviluppo e successo nell’ambito di percorsi di pianificazione e ripensamento dei territori. Il contributo si pone l'obiettivo di indagare il ruolo della gestione della conoscenza nell'ambito della pianificazione dei territori in ottica di marketing - non più “letti” in chiave di mera competizione tra loro bensì identificabili come sistemi evoluti ancorchè complessi, tendenti alla cooperazione attraverso lo sviluppo, il trasferimento e la condivisione della conoscenza - con peculiare riferimento alle implicazioni strategiche e manageriali per i diversi policy maker e meta-organizzatori locali deputati alla creazione, gestione e diffusione della conoscenza nei contesti specifici. Il paper si concentra in particolare sulla ricognizione dei primari punti di forza e di debolezza di tale approccio applicato ad un contesto non metropolitano in cui si rileva una presenza bilanciata di aree industriali, agricole, commerciali e di servizi ed ipotizza un modello partecipativo di sottosistemi da coordinare e connettere in sistemi vitali, assumendo le risorse immateriali quale driver del valore dei territori come soggetti, superando altresì il costrutto teorico risalente delle aree territoriali come territorio-oggetto.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/5014
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact