Quando gli italiani giunsero a Roma, nel 1870, trovarono una classe dirigente cittadina molto differente dalle caratteristiche di quella nazionale. Una forte valenza sociale dell'aristocrazia e una borghesia peculiare, nata all'ombra dei nobili romani, segnavano quella differenza. L'integrazione tra le due classi dirigenti avvenne soprattutto nel mondo finanziario, nei circoli nobiliari e nei salotti che ospitarono esponenti di entrambi i gruppi dirigenti.

Classe dirigente nazionale e classe dirigente locale: un rapporto atipico

Marco De Nicolò;
2021

Abstract

Quando gli italiani giunsero a Roma, nel 1870, trovarono una classe dirigente cittadina molto differente dalle caratteristiche di quella nazionale. Una forte valenza sociale dell'aristocrazia e una borghesia peculiare, nata all'ombra dei nobili romani, segnavano quella differenza. L'integrazione tra le due classi dirigenti avvenne soprattutto nel mondo finanziario, nei circoli nobiliari e nei salotti che ospitarono esponenti di entrambi i gruppi dirigenti.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
La città laica, la città religiosa.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Copyright dell'editore
Dimensione 1.59 MB
Formato Adobe PDF
1.59 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/90663
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact