La bontà delle competenze trasversali