OGGETTI NATURALI, OGGETTI SOCIALI E INCLUSIONE: IL CONTRIBUTO DELLE NEUROSCIENZE