La teologia del romanzo applicata al “vates improbus” della “Vita Merlini” di Goffredo di Monmouth