La categoria dei Msna appare complessa, in quanto racchiude in sé tre distinte caratteristiche socio-demografiche: la minore età, l’emigrazione (e la cittadinanza straniera), l’assenza (o meglio, la lontananza) dei genitori. Tale fenomeno si propone oggi all'attenzione anche della riflessione pedagogica, in Italia come in altri stati occidentali (Anci, Cittalia 2014; Save the Children, Unhcr, Unicef 2009; Senovilla Hernández 2012; Terrio 2015). Nel nostro Paese esso si configura come caso emblematico per consistenza numerica e polimorfismo. Diverse, infatti, sono le fasce d’età rappresentate e numerosissimi i Paesi di origine, così come molteplici sono le circostanze che spingono questi giovani a intraprendere l’esperienza migratoria.Quando i minori iniziano il percorso di inserimento nelle strutture di accoglienza, va precisato che esse si differenziano a seconda del livello offerto: a bassa soglia o di emergenza (solo ore notturne); di prima o pronta accoglienza (anche ore diurne, ma per periodi limitati); di seconda accoglienza (percorsi che durano fino alla maggiore età). Questi tre livelli non sono però presenti in tutti i territori e le risposte ai bisogni dei Msna trovano conseguentemente modi di gestione non omogenei.

Percorsi e modalità di accoglienza per i minori migranti non accompagnati

PIZZI, Fabrizio
2016

Abstract

La categoria dei Msna appare complessa, in quanto racchiude in sé tre distinte caratteristiche socio-demografiche: la minore età, l’emigrazione (e la cittadinanza straniera), l’assenza (o meglio, la lontananza) dei genitori. Tale fenomeno si propone oggi all'attenzione anche della riflessione pedagogica, in Italia come in altri stati occidentali (Anci, Cittalia 2014; Save the Children, Unhcr, Unicef 2009; Senovilla Hernández 2012; Terrio 2015). Nel nostro Paese esso si configura come caso emblematico per consistenza numerica e polimorfismo. Diverse, infatti, sono le fasce d’età rappresentate e numerosissimi i Paesi di origine, così come molteplici sono le circostanze che spingono questi giovani a intraprendere l’esperienza migratoria.Quando i minori iniziano il percorso di inserimento nelle strutture di accoglienza, va precisato che esse si differenziano a seconda del livello offerto: a bassa soglia o di emergenza (solo ore notturne); di prima o pronta accoglienza (anche ore diurne, ma per periodi limitati); di seconda accoglienza (percorsi che durano fino alla maggiore età). Questi tre livelli non sono però presenti in tutti i territori e le risposte ai bisogni dei Msna trovano conseguentemente modi di gestione non omogenei.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Percorsi e modalità di accoglienza per i minori migranti (2016).pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 1.71 MB
Formato Adobe PDF
1.71 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/63502
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact