Con Bruno Maderna, per un umanesimo possibile