Già da tempo è emersa la necessità che il tema migratorio sia trattato nell'ambito della pedagogia della famiglia. Nel caso dei minori stranieri che migrano soli, in particolare, ci troviamo di fronte ad una novità, in quanto storicamente l'assenza della famiglia, o meglio dei genitori (di uno o entrambi) nei confronti dei figli, è stata analizzata soprattutto in relazione a tematiche quali: assenza fisica, dovuta ad impegni lavorativi o ad una sopravvenuta divisione/separazione della coppia; assenza psicologica, ossia affettiva ed empatica. Per i minori stranieri non accompagnati si tratta di una assenza fisica dovuta a lontananza geografica, ma, nello stesso tempo, di una presenza affettiva che, nella maggioranza dei casi, non viene meno, visto che i contatti continuano, anche solo per via telematica o telefonica. Il presente contributo intende quindi evidenziare come le famiglie di origine siano soltanto “apparentemente”, o “materialmente” assenti, analizzando, da una parte, qual è il ruolo fondamentale che esse assumono nel determinare tale fenomeno, e, dall'altra, quali alternative il sistema socio-educativo italiano è in grado di fornire.

La famiglia assente: il caso dei minori stranieri non accompagnati

PIZZI, Fabrizio
2014

Abstract

Già da tempo è emersa la necessità che il tema migratorio sia trattato nell'ambito della pedagogia della famiglia. Nel caso dei minori stranieri che migrano soli, in particolare, ci troviamo di fronte ad una novità, in quanto storicamente l'assenza della famiglia, o meglio dei genitori (di uno o entrambi) nei confronti dei figli, è stata analizzata soprattutto in relazione a tematiche quali: assenza fisica, dovuta ad impegni lavorativi o ad una sopravvenuta divisione/separazione della coppia; assenza psicologica, ossia affettiva ed empatica. Per i minori stranieri non accompagnati si tratta di una assenza fisica dovuta a lontananza geografica, ma, nello stesso tempo, di una presenza affettiva che, nella maggioranza dei casi, non viene meno, visto che i contatti continuano, anche solo per via telematica o telefonica. Il presente contributo intende quindi evidenziare come le famiglie di origine siano soltanto “apparentemente”, o “materialmente” assenti, analizzando, da una parte, qual è il ruolo fondamentale che esse assumono nel determinare tale fenomeno, e, dall'altra, quali alternative il sistema socio-educativo italiano è in grado di fornire.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
contributo-pizzi.pdf

non disponibili

Descrizione: Contributo Pizzi
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: DRM non definito
Dimensione 103.42 kB
Formato Adobe PDF
103.42 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/45028
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact