Una silloge didattica all’epoca della riforma gregoriana