Il suicidio è analizzata all'interno della prospettiva delle azioni incondizionate del II volume dell'opera rincipale di Karl Jaspers Filosofia. La questione se il diritto possa coprire normativamente l'azione del suicidio sotto forma di eutanasia rimane aperta. Si critica il luogo dogmatico dell'eutanasia e la dimensione di azione tesa alla libertà. Il profilo della libertà viene messo ampiamente in discussione sulla base del suo limite primo che è la libertà-con, il co-esistere limitato consapevolmente attraverso la norma come rinvio ad un concetto profondo di 'giuridicità'.

Weltanschauungen del diritto (il suicidio)

AVITABILE, Luisa
2009

Abstract

Il suicidio è analizzata all'interno della prospettiva delle azioni incondizionate del II volume dell'opera rincipale di Karl Jaspers Filosofia. La questione se il diritto possa coprire normativamente l'azione del suicidio sotto forma di eutanasia rimane aperta. Si critica il luogo dogmatico dell'eutanasia e la dimensione di azione tesa alla libertà. Il profilo della libertà viene messo ampiamente in discussione sulla base del suo limite primo che è la libertà-con, il co-esistere limitato consapevolmente attraverso la norma come rinvio ad un concetto profondo di 'giuridicità'.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/22092
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact