"Esatta dolcezza". Alberto Savinio e la Linea Leopardi