"Dannata opera", "opera gloriosa": alcune visioni della bonifica borbonica del Vallo di Diano