“Sorrisi di una notte d’estate”: Frid e Petra