Commento dell'art. 278 c.p.p.