Il tessuto produttivo nazionale è sottoposto ad una forte pressione competitiva che, secondo quanto riportato dalle statistiche ufficiali, si è tradotto in una forte riduzione nel numero delle aziende a conduzione diretta ed in una contrazione della superficie agricola complessivamente utilizzata. Questo studio vuole verificare in che modo il mondo della conduzione diretta stia affrontando la difficile congiuntura, con l’obiettivo di misurarne la capacità di adattamento ai nuovi scenari. Studiando i microdati aziendali mediante l’analisi delle migrazioni tipologiche, si è riscontrato che le aziende a conduzione diretta presentano un elevato grado di flessibilità nell’elaborazione delle strategie. Sebbene i consistenti flussi migratori siano fra loro divergenti e spesso opposti (determinando saldi migratori modesti), l’analisi ha evidenziato un una marcata contrazione delle macro-aree meno competitive ed una sostanziale tenuta della classe competizione sostenibile, la quale tende ad assorbire i fattori della produzione rilasciati dalle altre.

La conduzione diretta in Italia nel periodo 2000-2007: resistenza passiva o adattamento strategico?

RUSSO, Carlo;SABBATINI, Massimo
2010

Abstract

Il tessuto produttivo nazionale è sottoposto ad una forte pressione competitiva che, secondo quanto riportato dalle statistiche ufficiali, si è tradotto in una forte riduzione nel numero delle aziende a conduzione diretta ed in una contrazione della superficie agricola complessivamente utilizzata. Questo studio vuole verificare in che modo il mondo della conduzione diretta stia affrontando la difficile congiuntura, con l’obiettivo di misurarne la capacità di adattamento ai nuovi scenari. Studiando i microdati aziendali mediante l’analisi delle migrazioni tipologiche, si è riscontrato che le aziende a conduzione diretta presentano un elevato grado di flessibilità nell’elaborazione delle strategie. Sebbene i consistenti flussi migratori siano fra loro divergenti e spesso opposti (determinando saldi migratori modesti), l’analisi ha evidenziato un una marcata contrazione delle macro-aree meno competitive ed una sostanziale tenuta della classe competizione sostenibile, la quale tende ad assorbire i fattori della produzione rilasciati dalle altre.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/14993
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact