Il servizio del “collocamento obbligatorio”