Dante, Botticelli e gli umanisti fiorentini: tra manoscritti e studi geografici