Analisi psicologica di "Un uomo che si limita a vivere" - Medvèdenko - di Anton Cechov