L'orologio nell'abisso: Valery Larbaud e "Fermina Marquez"