La presenza del "Satyricon" sulla scena culturale degli anni Settanta, da Maderna a Pasolini