Forza e limiti della filosofia liberale di Scarpelli