Attraverso la lettura di Praz (Italosvevo 2018) di Raffaele Manica il contributo si domanda se vale la pena leggere ancora i saggi di quello che Piero Boitani ha definito "il più grande scrittore del genere [saggio] al mondo" e sostiene che, in linea con Manica, la prosa di Praz "è un mondo conoscitivo in sé" e che lo stile e la prosa di Mario Praz si caricano di una valenza che si potrebbe definire "etica", una parola che probabilmente lo studioso avrebbe aborrito accostata alla parola arte, ma che per contrappasso bisogna invece evocare a proposito di quel corto circuito che l'arte di Mario Praz scatena tra presente e passato.

Raffaele Manica, Praz (Italosvevo, Trieste-Roma, 2018)

Francesco Pontuale
2019

Abstract

Attraverso la lettura di Praz (Italosvevo 2018) di Raffaele Manica il contributo si domanda se vale la pena leggere ancora i saggi di quello che Piero Boitani ha definito "il più grande scrittore del genere [saggio] al mondo" e sostiene che, in linea con Manica, la prosa di Praz "è un mondo conoscitivo in sé" e che lo stile e la prosa di Mario Praz si caricano di una valenza che si potrebbe definire "etica", una parola che probabilmente lo studioso avrebbe aborrito accostata alla parola arte, ma che per contrappasso bisogna invece evocare a proposito di quel corto circuito che l'arte di Mario Praz scatena tra presente e passato.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Raffaele Manica Praz - Annali di Ca' Foscari. Serie Occidentale Vol. 53 (settembre 2019).pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 439.95 kB
Formato Adobe PDF
439.95 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/75656
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact