A proposito di una recente sentenza della Cassazione sull’efficacia probatoria del processo verbale