Il catalogo aperto dei manoscritti Malatestiani cinque anni dopo