"Sapere" e i suoi derivati in Orazio