competitività e doping:esiste una connessione?