Il saggio analizza la dinamica “neoplastica” che caratterizza il linguaggio e la struttura narrativa di Horcynus Orca, il romanzo di Stefano D’Arrigo. La «nonsenseria» di D’Arrigo è il riflesso di un mondo percepito come insanabile universale sconvolgimento, come forma della negatività e dell’entropia; è il nonsense funereo che contrassegna le vicende, i personaggi, i loro “giochi del vuoto”, e che si rispecchia e si sviluppa in una dilagante ipertrofia della lingua. Le formazioni nonsensiche di Horcynus Orca sono il prodotto di una quasi ossessiva sensibilità analogica e di un estremo rigore filologico dello scrittore, in cui l’ipervalorizzazione dell’elemento significante, anziché produrre un di più di senso, culmina nello svuotamento di senso – paradossalmente, epifanicamente significante – dell’ecolalia.

«Il mare della nonsenseria». ‘Horcynus Orca’ di Stefano D’Arrigo

CEDOLA, Andrea
2009

Abstract

Il saggio analizza la dinamica “neoplastica” che caratterizza il linguaggio e la struttura narrativa di Horcynus Orca, il romanzo di Stefano D’Arrigo. La «nonsenseria» di D’Arrigo è il riflesso di un mondo percepito come insanabile universale sconvolgimento, come forma della negatività e dell’entropia; è il nonsense funereo che contrassegna le vicende, i personaggi, i loro “giochi del vuoto”, e che si rispecchia e si sviluppa in una dilagante ipertrofia della lingua. Le formazioni nonsensiche di Horcynus Orca sono il prodotto di una quasi ossessiva sensibilità analogica e di un estremo rigore filologico dello scrittore, in cui l’ipervalorizzazione dell’elemento significante, anziché produrre un di più di senso, culmina nello svuotamento di senso – paradossalmente, epifanicamente significante – dell’ecolalia.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
nominativi fritti e mappamondi.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: DRM non definito
Dimensione 3.59 MB
Formato Adobe PDF
3.59 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/4920
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact