È il secondo volume dell’edizione critica delle Lettere di Marsilio Ficino. Questo volume comprende un’introduzione dedicata alla storia del testo del II libro dell’epistolario ficiniano, il testo critico con un ricco apparato di fonti e gli indici. Questo secondo libro è costituito da soli nove trattatelli, incentrati su argomenti di natura squisitamente filosofico-teologica. Ciò conferisce a questo libro dell’epistolario un carattere speculativo particolare, che lo differenzia dagli altri, testimoniato dal fatto che a un dato momento il Ficino stesso pensò di diffonderlo come opera a sé, col titolo appunto di Opuscola theologica. Tra questi trattatelli figura l’Argumentum in Platonica theologiam, che rappresentava nella volontà dell’autore, un’anticipazione della sua opera maggiore, la Theologia Platonica de animorum immortalitate, indirizzata allo stesso destinatario di quest’ultima, vale a dire a Lorenzo il Magnifico. Altro opuscolo celebre è il De raptu Pauli ad tertium celum, di cui l’autore stesso volle curare un volgarizzamento, che è pubblicato, in virtù del suo interesse, in appendice al volume.

Marsilio Ficino, Lettere, II: Epistolarum liber II

GENTILE, Sebastiano
2010

Abstract

È il secondo volume dell’edizione critica delle Lettere di Marsilio Ficino. Questo volume comprende un’introduzione dedicata alla storia del testo del II libro dell’epistolario ficiniano, il testo critico con un ricco apparato di fonti e gli indici. Questo secondo libro è costituito da soli nove trattatelli, incentrati su argomenti di natura squisitamente filosofico-teologica. Ciò conferisce a questo libro dell’epistolario un carattere speculativo particolare, che lo differenzia dagli altri, testimoniato dal fatto che a un dato momento il Ficino stesso pensò di diffonderlo come opera a sé, col titolo appunto di Opuscola theologica. Tra questi trattatelli figura l’Argumentum in Platonica theologiam, che rappresentava nella volontà dell’autore, un’anticipazione della sua opera maggiore, la Theologia Platonica de animorum immortalitate, indirizzata allo stesso destinatario di quest’ultima, vale a dire a Lorenzo il Magnifico. Altro opuscolo celebre è il De raptu Pauli ad tertium celum, di cui l’autore stesso volle curare un volgarizzamento, che è pubblicato, in virtù del suo interesse, in appendice al volume.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Marsilio Ficino Lettere II.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: DRM non definito
Dimensione 991.6 kB
Formato Adobe PDF
991.6 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/3694
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact