Il contributo esamina la diffusione delle opere cieroniane in epoca antica attraverso una analisi delle superstiti testimonianze manoscritte e papiracee tardoantiche e le citazioni di testi ciceroniani nelle opere dei grammatici latini; in entrambi i casi si rileva una maggiore diffusione delle orazioni ciceroniane e in particolare dei grandi corpora, Verrine, Catilinarie e Filippiche.

Cicerone nei grammatici tardoantichi e altomedievali

DE PAOLIS, Paolo
2000

Abstract

Il contributo esamina la diffusione delle opere cieroniane in epoca antica attraverso una analisi delle superstiti testimonianze manoscritte e papiracee tardoantiche e le citazioni di testi ciceroniani nelle opere dei grammatici latini; in entrambi i casi si rileva una maggiore diffusione delle orazioni ciceroniane e in particolare dei grandi corpora, Verrine, Catilinarie e Filippiche.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/2276
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact