Studi di fenomenologia: verso il formalismo giuridico?