“Il suicidio di Rozali” di Gyula Krudy. Considerazioni psicologiche