Comportamenti di consumo e segnali di qualità: il caso dei prodotti rintracciabili