Sulla forma romanesca sgamare, oggi diffusa in tutta Italia, sono state fatte diverse ipotesi etimologiche: in questo saggio si ipotizza che il verbo continui l’italiano – e anche romano – sgambare ‘scappare via’.

Ancora su “sgamare”

LAUTA, Gianluca
2006

Abstract

Sulla forma romanesca sgamare, oggi diffusa in tutta Italia, sono state fatte diverse ipotesi etimologiche: in questo saggio si ipotizza che il verbo continui l’italiano – e anche romano – sgambare ‘scappare via’.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
16.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: DRM non definito
Dimensione 687.31 kB
Formato Adobe PDF
687.31 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/12455
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact