Nel proprio contributo, l’autrice ha dimostrato l’esistenza precoce, attestata nella stessa polisemia dei termini esaminati (Έκκλησία-ecclesia', 'secta', 'ordo'), di una tensione tra tendenze orientate verso la costituzione di ‘movimenti’ e tendenze indirizzate alla formazione di una 'istituzione’. In questo modo la ricerca si è trovata in sintonia con la tesi portante proposta da G. Alberigo, di una dialettica movimento/istituzione, che segna con alterne vicende tutta la storia del cristianesimo e caratterizza in particolare l’età moderna e quella contemporanea. Infatti, fin dai primi secoli del cristianesimo, oltre alla nota ma discussa e complessa dialettica tra la Έκκλησία-ecclesia' come comunità particolare e chiesa universale, si riscontra il precoce strutturarsi della gerarchia ecclesiastica in un omonimo 'ordo', accanto a cui convive l’'ordo monasticus', che si fa custode della tradizione individualisica, eremitica e ascetica presente nel messaggio cristiano. In misura ancora superiore, la 'secta' è una formazione multiforme che implica anche la nozione di eresia. Con le sue celebri analisi, E. Troeltsch l’ha liberata dall’accezione negativa datale dal cristianesimo e l’ha ricondotta a elemento propulsivo e caratterizzante del protestantesimo.

Ekklesìa/Ecclesia, secta, ordo, nel cristianesimo dei primi secoli. Alcune riflessioni sul lessico.

SPINOSA, Giacinta Anna
2003

Abstract

Nel proprio contributo, l’autrice ha dimostrato l’esistenza precoce, attestata nella stessa polisemia dei termini esaminati (Έκκλησία-ecclesia', 'secta', 'ordo'), di una tensione tra tendenze orientate verso la costituzione di ‘movimenti’ e tendenze indirizzate alla formazione di una 'istituzione’. In questo modo la ricerca si è trovata in sintonia con la tesi portante proposta da G. Alberigo, di una dialettica movimento/istituzione, che segna con alterne vicende tutta la storia del cristianesimo e caratterizza in particolare l’età moderna e quella contemporanea. Infatti, fin dai primi secoli del cristianesimo, oltre alla nota ma discussa e complessa dialettica tra la Έκκλησία-ecclesia' come comunità particolare e chiesa universale, si riscontra il precoce strutturarsi della gerarchia ecclesiastica in un omonimo 'ordo', accanto a cui convive l’'ordo monasticus', che si fa custode della tradizione individualisica, eremitica e ascetica presente nel messaggio cristiano. In misura ancora superiore, la 'secta' è una formazione multiforme che implica anche la nozione di eresia. Con le sue celebri analisi, E. Troeltsch l’ha liberata dall’accezione negativa datale dal cristianesimo e l’ha ricondotta a elemento propulsivo e caratterizzante del protestantesimo.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Έκκλησία:ecclesia, secta, ordo, nel cristianesimo .pdf

non disponibili

Tipologia: Abstract
Licenza: DRM non definito
Dimensione 2.54 MB
Formato Adobe PDF
2.54 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11580/10050
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact